Diving Zanzibar:
Diving Nungwi, Immersioni subacquee, Diving Center, consigli.

Fare diving a Zanzibar: scopriamo insieme gli spot principali, le loro caratteristiche e i migliori diving a nungwi.
L’arcipelago di Zanzibar con le sue isole principali e una moltitudine di piccoli isolotti è un paradiso tropicale con tanti spot fantastici per le praticare diving nelle calde acque dell’Oceano Indiano.
Dove fare immersioni a Zanzibar?
A Zanzibar sono presenti tanti operatori professionali che vi potranno accompagnare nei fantastici spot di immersione. Le zone e i luoghi più interessanti si trovano a Nord dell’isola dove sono dislocati tutti i principali diving center di Zanzibar.

Tra Nungwi e Kendwa infatti hanno preso posto tutte le basi di operatori Diving con centri PADI e SSI. Ovviamente sono presenti anche diving italiani a Zanzibar e noi vi consiglieremo il migliore.
Sono presenti molti diving a Nungwi perchè proprio da questa zona dell’isola si raggiungono facilmente tutti i principali siti di immersione, con magnifici fondali ricchi di vita sottomarina. Siti adatti a subacquei di tutti i livelli. Tra questi accenniamo subito il parco marino protetto di Mnemba, l’isola sacra di Tumbatu, tutta la stupenda area di Nungwi. Avremo modo di approfondire in questa pagina tutti gli spot più belli per le immersioni a Zanzibar.

Quando fare le migliori immersioni a Zanzibar?

Come già abbiamo spiegato parlando del kitesurf a Zanzibar, l’isola in due periodi dell’anno può essere ventosa.
Per una buona riuscita delle immersioni meglio tenere in considerazione di questo fattore per individuare quale può essere il periodo dell’anno migliore per le immersioni a Zanzibar.

Innanzitutto bisogna tenere in considerazione quanto spiegato sul periodo migliore per andare a Zanzibar, dato che nel periodo delle piogge sono sconsigliate anche le immersioni. In sostanza fatta eccezione per i periodi delle piogge Zanzibar è praticabile per immergersi ad ogni stagione.

Ma vediamo quali sono i mesi migliori per le immersioni secondo i centri diving di Zanzibar.

Nei mesi tra Aprile e Settembre soffia il Kuzi, vento da sud est in genere molto sostenuto che causa condizioni di scarsa visibilità in alcuni spot. Per questo motivo i migliori centri diving di Zanzibar consigliano in questa parte dell’anno i mesi di Settembre e Ottobre, per le possibilità di trovare mare calmo e ottima visibilità.

Senza dubbio, i mesi da Gennaio a Marzo sono i migliori per le condizioni meteo favorevoli e la temperatura dell’acqua più calda (può raggiungere i 26/27 gradi).
In questi mesi bisogna tener conto dell’inconveniente Kaskazi, vento da nord est, più debole rispetto al Kuzi, che può causare condizioni di mare mosso e visibilità più bassa nei siti a nord dell’isola. E’ consigliato quindi prediligere le giornate in cui il Kaskasi si fermi per una tregua.

Il nostro consiglio

Oltre a tenere in considerazione le condizioni meteo, è utile informarsi sull’effetto delle maree nelle diverse fasi della giornata. Queste possono alterare le condizioni ideali e di sicurezza per immergersi in un determinato spot. Le maree infatti influenzano la direzione delle correnti marine per alcune ore rendendo più o meno fruibile un particolare sito. Chiedete quindi tutte le informazioni utili al vostro centro diving di riferimento a Zanzibar.

immersioni zanzibar foto

Dove si trovano i centri diving a Zanzibar?

A Zanzibar potrete imbattervi in una molteplicità di centri attrezzati e professionali per praticare immersioni e snorkelling. Senza dubbio la più alta concentrazione di centri e scuole diving si trova a Nungwi e Kendwa. Passeggiando sulla spiaggia infatti avrete l’opportunità di trovare personale pronto a darvi tutte le informazioni e prezzi relative alle uscite in programma. Inoltre ogni struttura ricettiva ha spesso al suo interno un centro diving proprio o convenzionato con il quale interfacciarvi per il noleggio delle attrezzature e programmare le uscite. Scuole e centri internazionali di subacquea sono presenti a Stone Town, in tutti i resort lungo la costa est dell’isola da nord a sud.

Tutti i centri gestiti correttamente hanno affiliazioni per tecniche di insegnamento PADI o SSI nonché rapporti diretti con DAN. Per chi vuole iniziare con le immersioni le varie scuole organizzano i primi passi PADI nelle piscine dei resort convenzionati dove cominciare ad apprendere le manovre necessarie ad immergersi correttamente.

Diving Nungwi: l’elenco dei centri diving più noti a Nungwi.

Le immersioni sono particolarmente popolari nella zona di Nungwi per la vicinanza degli spot di immersione più belli. Ecco un elenco dei centri Diving più operativi a Nungwi:

Spanish Dancer Dive Centre

La Spanish Dancer prende il nome da una creatura marina nonchè dalla nazionalità del fondatore. Questo centro diving è posizionato nella principale spiaggia di Nungwi in prossimità di Z Hotel. Il team specializzato effettua regolarmente immersioni in 20 siti, incluso Mnemba (1 ora e 10 minuti in barca) e Leven Bank (i subacquei devono avere un minimo di 20 immersioni registrate per partecipare). Il team Spanish Dancer parla Inglese, Spagnolo, Francesa, Tedesco, Russo e Swahili. Sconsigliato quindi per chi non parla molto bene una di queste lingue.

East Africa Diving

Un diving center a gestione familiare che opera a Zanzibar da 15 anni. Si trova a Nungwi di fronte all’ Amaan Bungalows, nella zona dei ristoranti. Hanno 3 barche con cui organizzano immersioni per i loro clienti 365 gg all’anno. Anche la Sensation Divers non ha personale che parla in lingua italiana.

Diving Ocean

La Diving Ocean è presente a Zanzibar da molti anni e potete trovarla a Nungwi all’interno dell’hotel Mayblu o presso l’Hilton Double Tree. Diving Ocean offre servizio diving e snorkeling , su richiesta , anche ai clienti che risiedono in altri hotel nella zona di Nungwi e Kendwa.
Queste sono alcune delle attività proposte:
• Mezza giornata – 2 immersioni con la barca
• Notturna dalla spiaggia
• Diving al Parco Nazionale di Mnemba (giornata intera o mezza giornata)
• Uscita in barca al tramonto.
Il team della Diving Ocean parla italiano.

Quando prenotare le immersioni

Le immersioni vengono effettuate in base alle condizioni meteo. I posti disponibili sulla barca sono limitati e le richieste sono sempre molto alte, soprattutto in periodi altamente turistici. Vi consigliamo quindi di mettervi in contatto prima della vostra partenza con il centro diving per pianificare insieme le immersioni e prenotare il vostro posto.

Il miglior Centro Diving di Zanzibar

Il migliore centro diving italiano che ci sentiamo di consigliare per professionalità, attrezzature e per prevalenza di personale italiano è il Diving TeamAqua. Sono un centro diving SSI e PADI con un team giovane composto da istruttori e divemaster esperti.

La sede è posizionata tra Nungwi e Kendwa, all’interno di uno dei più prestigiosi resort dell’isola, il RIU Palace Zanzibar (ex Hideaway of Nungwi Resort & Spa). E’ il punto di partenza perfetto per raggiungere facilmente i migliori siti di immersione di Zanzibar: magnifici fondali ricchi di vita sottomarina adatti a subacquei di tutti i livelli, compreso il parco marino di Mnemba, l’isola sacra di Tumbatu, la bellissima area di Nungwi e, per i più esperti, i reef profondi di Leven Bank.

TeamAqua offre corsi per tutti i livelli di divers dai principianti e bambini alle prime esperienze fino a corsi avanzati di perfezionamento per sub esperti da Scuba Diver a Divemaster passando per il Rescue Diver e l’Open Water. Il TeamAqua permette lo studio online delle conoscenze teoriche che verranno poi valutate in loco dove ci si potrà dedicare principalmente alla parte pratica.

Lo staff parla Italiano, Inglese, Spagnolo, Francese, Arabo e Kiswahili.

Chiedi disponibilità e prezzi

Traffico marino.

Ovviamente i periodi migliori vedono riempirsi maggiormente il mare di amanti dell’immersione. Nei mesi di alta stagione i siti più importanti nella zona nord est dell’isola risultano essere molto trafficati e frequentati. Tutta l’area della zona di Matemwe, vista la diretta vicinanza con l’Atollo di Mnemba, così come le aree di Kendwa e Nungwi sono affollate di divers da ogni parte del mondo. Le zone a sud dell’isola sono invece  aree meno esplorate anche nei periodi di alta stagione.

nungwi diving img

Primi passi verso il Diving.

Zanzibar ha un ampia offerta di siti e tantissime scuole Diving non solo a Nungwi ma lungo tutte le aree dell’isola. I principianti o chi si vuole avvicinare al mondo delle immersioni troverà sicuramente istruttori e strutture adeguate a preparare i futuri sub. Chi vuole intraprendere il percorso, in genere esegue un esame teorico a seguito di corsi di teoria e prove in piscina con una durata variabile di una quindicina di ore. Qui si apprendono tutte le norme di sicurezza di base, i movimenti, il posizionanto di maschera e boccaglio, il tuffo e tutte le particolarità legate alle immersioni.

La metodologia applicata è quella del PADI Discover Scuba Dive per permettere ai neofiti di effettuare una prima immersione, di silito doppia, dopo il superamento del corso e delle prove in piscina, in mare aperto fino ai 12 mt. di profondità. Ovviamente tutte le scuole offrono corsi avanzati per aumentare le proprie competenze e il proprio numero di ore in acqua.
Ciò che un principiante deve tenere in considerazione sono le condizioni personali di salute. Ad esempio se si soffre di mal di mare è opportuno capire se il diving può fare al caso vostro. Le uscite avvengono in barca e a Zanzibar a seconda delle maree o del periodo, il mare può essere moderatamente mosso.
Accertatevi poi che non abbiate problemi connessi con la aumentata pressione in acqua per l’apparato dell’orecchio.

Immersioni: Periodi di migrazioni

Utile sapere che a Zanzibar si possono intercettare le migrazioni di balene, in particolare tra Agosto e Settembre e di squali balena, tra Novembre e Marzo. A Zanzibar, inoltre, si possono osservare le nidificazioni di diverse specie di tartarughe e le loro migrazioni verso le altre importanti isole dell’Oceano Indiano, Seychelles, Comoros o verso il Kenya e il Sud Africa. Programmi specifici di conservazione vengono normalmente attuati sull’isola di Mafia.

I siti di immersione a Zanzibar

1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
mappa diving zanzibar img
1

Leven Bank

2

Kendwa Reef

3

Hunga Reef

4

Renco

5

Shanes Reef

6

Mbwangawa

7

Ras Misikitini

8

Mwana Wa Mwana

9

Big Wall

10

Small Wall

11

Kichuani

12

Wattabomi

13

Aquarium

14

Jack Fish

15

Turtle Reef

16

Sand Bank

Nella parte nord dell’isola, quella più attiva e frequentata da Divers possiamo contare oltre 30 siti praticabili per immersioni. Sarà l’esperienza diretta del personale della vostra scuola di diving a scegliere e indicare i punti di immersione in base alle condizioni meteo, delle maree, delle correnti. Saranno gli accompagnatori e gli istruttori a optare per l’una o l’altra zona con punti di immersioni praticabili.
Inoltre, tutta l’isola di Zanzibar ha siti dedicati alle immersioni quindi anche nella zona sud est e sud ovest ci sono spot interessanti per tutti i livelli di divers. Fumba e Pemba allo stesso offrono spot di immersione particolarmente ricchi, vivi e apprezzati.

In genere viene organizzata un uscita a partire dalla mattina che include almeno una mezza giornata fuori a seconda del punto di partenza. Le immersioni durano solitamente tra i 45 e i 60 minuti ognuna. Sono organizzate in modo da poter effettuare due tuffi con una pausa spesa in barca approfittando di uno spuntino con frutta e godendosi un momento di relax durante l’intervallo in superficie.

In molti siti, inoltre, vengono organizzate delle splendide immersioni notturne dove poter apprezzare l’infinita bellezza naturale delle zone esplorate.

SITI VICINI ALL’AREA DI NUNGWI E KENDWA

Come spiegato i diving a Nungwi sono molto numerosi proprio perchè in questa zona ci sono parecchi siti di immersione. A pochi minuti di navigazione dalle spiaggia di Kendwa e Nungwi si trovano particolari siti di grande interesse per la ricca popolazione di tartarughe, polpi, nudibranchi, cavallucci marini, pesci scorpione, coralli e pesci di barriera. Sono siti comodi da raggiungere e belli da esplorare in tranquilità. Sicuramente è una delle zone sottomarine più attrattive per il diving a Zanzibar.

  • 1 - LEVEN BANK

    Profondità: 14–50 mt. Per sub esperti con conoscenze avanzate.
    E’ un sito riservato esclusivamente a Sub esperti che si trova nel canale di Pemba. L’elevata profondità e le forti correnti spesso presenti in zona non consentono le immersioni a divers principianti. Raggiungibile in circa 30 minuti da Nungwi con barca veloce. E’ sostanzialmente un grande altopiano con ampi tratti di fondale sabbioso che da grandi profondità sale fino ai 14 metri. Si caratterizza per un fantastico pinnacolo interamente ricoperto di coralli che attrae pesci di barriera. La montagna sottomarina qui arriva oltre i 160 mt di profondita. E’ uno spot molto emozionante dove poter incontrare grandi specie pelagiche, grandi tonni, squali balena, mante, barracuda e king fish.

  • 2 - Kendwa Reef

    Profondità: 5–10 mt. Livello principiante per divers alle prime esperienze subacquee.
    Questa è un’immersione in acque poco profonde in un sito che corre parallelamente alla spiaggia di Kendwa. Si trova nei pressi della barriera corallina a circa 800 metri di distanza. Ovviamente è adatto sia per divers alle prime armi che agli appassionati di snorkelling. Si raggiunge infatti facilmente dalla spiaggia in barca in pochi minuti. Se siete ben allenati potreste anche pensare di raggiungerla a nuoto per fare snorkelling. In ogni caso informate e avvisate sempre prima di partire il diving centre nelle vicinanze che vi indicherà il momento adatto per andare in base a correnti, maree, condizioni meteo. Questo sito ospita una notevole quantità di neonati, anemoni, nudibranchi, pesci pipa, ballerine spagnole. Lungo questa barriera, col nome di Kendwa Gardens, si trova un sito particolarmente adatto alle immersioni notturne.

  • 3 - Hunga Reef

    Profondità: 12–45 mt. Livello da principiante a esperto
    Il sito si trova al largo della costa nord-ovest di Zanzibar. Viene considerato uno dei migliori siti dell’area. Consiste in una parete di coralli (bommies interconnesse) che iniziano a circa 12 metri e proseguono fino a 18 mt. La parete sprofonda oltre i 40 mt. su fondo sabbioso.
    Qui si possono normalmente avvistare cernie, pesci pappagallo, pesci scorpione, grandi banchi di barracuda, tonni, snapper e se fortunati delfini di passaggio. È un sito ideale per principianti e per gli appasionati di fotografia subacquea.

  • 4 - Renco

    Profondità: 7–14 mt. Livello da principiante a esperto
    Questo sito a pochi minuti di barca dalla spiaggia di Kendwa è un’enorme pinnacolo su fondo sabbioso tra Kendwa e Nungwi. Qui si trovano una grande varietà di vita marina tra cui pesci foglia, polpi e crostacei colorati.

  • 5 - Shanes Reef

    Profondità: 12–25 mt. Per sub esperti con conoscenze avanzate.
    Anche detto Shenzi reef, lo spot si trova sul lato nord-occidentale di Nungwi. È senza dubbio una delle immersioni più belle dell’area dove anche se la presenza di coralli è minore, si riscontra una maggiore spettacolarità dalla grande varietà di vita marina. Qui sono state avvistate tutte le specie di pesci scorpione. Pesci pietra, rana e foglia. Ovviamente nudibranchi, polpi e mante. La barriera cambia di profondità in base alla marea: inizia a circa 12 metri e con l’alta raggiunge i 25. Shanes reef è ideale per gli appassionati di fotografia subacquea con esperienza di immersioni avanzata.

  • 6 - Mbwanagawa

    Profondità: 10-20 mt. Livello da principiante a esperto
    Spot situato a Nungwi zona nord-est subito fuori la barriera. Il sito è composto da formazioni coralline sia molli che dure. Queste barriere sono frequentate da una grande varietà di vita marina e pesci di barriera. In questo sito si ha spesso la fortuna di avvistare in modo frequente le tartarughe.

SITI VICINI ALL’ISOLA DI TUMBATU

L’isola di Tumbatu ancora poco esplorata e facilmente raggiungibile da Nungwi è circondata da un anello di barriera corallina dove poter effettuare fantastiche immersioni o semplicemente snorkelling. In quest’area è facile incontrare murene, cernie giganti, razze, polpi e diverse specie di nudibranchi.
I siti attorno all’isola di Tumbatu ospitano meravigliose tartarughe giganti facilmente incontratili nelle colorate pareti coralline. Acque poco profonde, inoltre, permettono di osservare da vicino tutti gli abitanti della barriera corallina come i pesci corallo, i pesci foglia, i cavallucci marini e tante altre rare specie.

  • 7 - Ras Misikitini

    Profondità: 2-15 mt. Adatto sia a divers esperti che ai principianti.
    Il sito è situato sul lato ovest dell’isola di Tumbatu. Consiste in un piccolo muro con coralli molli dove si avvistano normalmente nudibranchi, pesci pipistrello e pesci foglia. Continuando l’esplorazione del muro principale si incontrano una miriade di coloratissimi pesci di barriera ma anche mante, razze e se fortunati le tartarughe. E’ un sito adatto e frequentato da snorkelers.

  • 8 - Mwana Wa Mwana

    Profondità: 2–12 mt. Adatto sia a divers esperti che ai principianti.
    Spot situato sul lato ovest dell’isola di Tumbatu. È un bel giardino di coralli dove si avvistano spesso tartarughe, pesci corallo (frog-fish), pesci foglia (leaf-fish) e la ballerina spagnola (Spanish dancer). Queste sono solo alcune delle razze considerate rare altrove e che qui si incontrano invece quotidianamente. E’ un sito adatto e frequentato da snorkelers.

SITI VICINI ALL’ATOLLO DI MNEMBA

L’atollo di Mnemba è senza dubbio il sito che attrae un gran numero di subacquei. L’area, da tempo, è un parco marino protetto. Un luogo affascinante vivo e pienamente popolato da forme di vita marina impressionanti. La barriera corallina che circonda l’atollo ospita tanti animali marini, a partire dai piccolissimi gamberetti alle tartarughe giganti, fino al gigantesco e socievole squalo balena.

A Mnemba sono facilmente visibili due specie animali molto rare altrove: la murena drago e la ballerina spagnola, il nudibranco più grande al mondo. I sub più esperti hanno la possibilità di immergersi in acque più profonde dove è facile incontrare gli squali pinna bianca. In questa zona si incontrano spesso i simpatici delfini che amano nuotare insieme ai sub. Sito con acqua cristallina, con zone di visibilità superiore ai 20 mt, ideale per gli appassionati di fotografia subacquea. E’ certamente un sito da non perdere per chi fa diving a Zanzibar.

  • 9 - BIG WALL

    Profondità: 25-55 mt. Per sub esperti con conoscenze avanzate.
    Solo per divers esperti visto che le correnti sono spesso forti. Immersione che si effettua solo con mare calmo con gruppi di sub avanzati. Si trova sul lato est dell’isola ed è un fantastico muro verticale che va dai 40 ai 85/90 mt. Effettuando la discesa s’incontrano grandi banchi di pesce: barracuda, squali di barriera, dorado, tonni, tartarughe e murene. Le aragoste trovano comodamente rifugio nelle cavità e nelle sporgenze del reef. Presenti grandi spugne a botte e coralli frusta lunga. Può capitare di incontrare nelle zone circostanti anche mante, razze, aquile di mare, squali balena, pesci martello

  • 10 - SMALL WALL

    Profondità: 5-40 mt. Per sub avanzati con un esperienza intermedia e avanzata.
    É un’incredibile immersione in corrente per i divers più esperti. La barriera degrada in profondità iniziando poco profonda per arrivare ai 30 mt, dove poi scende in verticale fino ai 45-50 mt. In questo sito vivono banchi di pesci napoleone e banchi di squali pinna bianca che di solito stazionano sul fondo. Scorfani, murene e trigoni possono essere individuati nella parte più superficiale del reef. In questo sito con fortuna di può vedere l’endemico pesce farfalla di Zanzibar.

  • 11 - Kichwani

    Profondità: 2-35mt. Per sub principianti ed esperti con conoscenze medie e avanzate.
    Spot situato a sud dell’atollo di Mnemba offre già delle belle immersioni a partire dai due metri di profondità. Il muro scende dolcemente fino a circa 30 mt. dove si incontrano tanti coralli molli, i cosiddetti coralli cervello, coralli a nido d’ape. Procedendo lungo la discesa s’incontrano banchi di coloratissimi pesci tropicali ma anche pesci rana, pesci foglia, pesci scorpione, pesci palla, aragoste, scampi, murene. Sotto i 30 metri, se fortunati, si possono incontrare mante, razze e squali di barriera.
    E’ un sito adatto e frequentato da snorkelers.

  • 12 - Wattabomi

    Profondità: 5-25 mt. Per sub principianti ed esperti con conoscenze medie e avanzate.
    Situato a sud ovest dell’isola, il sito è una grande barriera adatta a tutti i livelli di divers che inizia già ad una profondità tra i 5 e i 7 mt. dove facilmente si avvistano pesci scorpione, pesci pietra, pesci angelo, idoli moreschi, murene ed anthias ma anche tartarughe verdi. È un sito che scende dolcemente e offre tanti blocchi di corallo pieni di vita. Ottimo sito per snorkelers.

  • 13 - Acquarium

    Profondità: 12-25 mt. Per sub esperti con conoscenze intermedie e avanzate.

    In questo sito solitamente c’è una leggera corrente ed è quindi meglio eseguire l’immersione in corrente. Lunghe strisce di corallo duro  affiorano dalla sabbia, abitate da pesci chirurgo, idoli moreschi, pesci pappagallo, cernie, tartarughe verdi e, talvolta, piccoli squali pinna bianca che frequentano questa barriera corallina. Un gran numero di pesci cardinale e anguille nuotano appena fuori dalla barriera corallina.

  • 14 - JACK FISH

    Profondità: 10-50 mt. Per sub esperti con conoscenze intermedie e avanzate.

    Il sito può essere esplorato in condizione di mare calmo. Lo spot inizia su una barriera corallina poco profonda e piena di coralli duri, pesci colorati come il pesce farfalla e il pesce balestra. Il muro poi si presenta improvvisamente a circa 18 metri e scende fino a circa 50 metri. Sulla parete, i bellissimi, in buona salute e incontaminati coralli frusta così come molti piccoli anfratti nella parete, ottimi nascondigli per pesci di barriera, aragoste e murene. Squali pinna bianca e pinna nera, grosse cernie e tartarughe se fortunati di solito frequentano il fondale sotto gli occhi dei divers.

  • 15 - Turtle Reef

    Profondità: 5-30 mt. Per sub esperti con conoscenze intermedie e avanzate.
    Spot situato a est dell’isola di Mnemba. È una immersione per divers esperti da effettuarsi in genere in corrente su una barriera inclinata che conduce a grandi blocchi di corallo, circondati da banchi di pesci che si cibano appunto nella corrente. Ci si muove verso la parte sud dell’isola di Mnemba dove si possono poi avvistare tartarughe o grandi carangidi che si muovono verso il reef per cibarsi.

  • 16 - Sand Banks

    Profondità: 5-15 mt. Per sub principianti ed esperti con conoscenze medie e avanzate.
    È uno spot che si trova sulla parte ovest dell’isola di Mnemba. È un sito perfetto per una rilassante seconda immersione poco profonda. Il sito è rinomato per grandi giardini di corallo che raggiungono altezze di 15 mt. Coralli duri e molli che si fondono con grazia nella mite corrente. La barriera cosi offre rifugio a una grande varietà di pesci farfalla, pesci palla e grugnitori orientali. Dentici, grossi carangidi e pesci pipistrello si trovano spesso in questa zona. In genere viene esplorato in condizioni miti ma è adatto a quasi tutti i livelli di divers.

SITI VICINI A STONE TOWN

Nei siti vicini a Stone Town si possono vedere relitti e grandi giardini di corallo, montagne sottomarine e profonde pareti. Sono presenti vari siti di immersione per diversi livelli di divers da principiante a intermedio e avanzato con profondità diverse di immersione. I relitti principali, affondati da oltre un secolo, hanno creato delle barriere artificiali molto suggestive dove si sviluppano coralli e relativa vita di barriera.

  • Bawe

    Profondità: 3-18 mt. Livello da principiante a intermedio.
    È il sito che che corre lungo il reef che circonda l’isola di Bawe, situata a circa 6 km al largo di Stone Town. Qui si trovano oltre alle varie specie di corallo, una grande varietà di pesci di barriera. Inoltre, murene, seppie e cavallucci marini si nascondono tra le spugne blu. Il fondo è sabbioso e spesso si incontrano qui le tartarughe. Sia quelle verdi che le Hawksbill.

  • Pange reef

    Profondità: 3-14 mt. Livello da principiante a intermedio
    Il sito si trova a breve distanza da Stone Town, circa 4,5 km al largo. È una barriera adiacente all’omonimo banco di sabbia di Pange Si trova su un fondo che degrada leggermente dove troviamo grandi formazioni e varietà coralline. Ovviamente si trovano un’enorme varietà di pesci di barriera tra cui i pagliaccio, i pappagallo, nudibranchi, polpi e pesci angelo. Il sito è ideale per le immersioni notturne si avvistano ad esempio granchi, centinaia di gamberi e seppie con murene che escono per andare a caccia.

  • Boribu

    Profondità: 12-30 mt. Livello da principiante a intermedio
    Lo spot è situato a circa 14 km al largo di Stone Town. In genere 45 minuti di barca. Boribu viene considerato come uno dei migliori siti di immersione di tutta Zanzibar. Presenta infatti una barriera ancora intatta e offre montagne spettacolari di coralli con colonne ascendenti di una bellezza rara. Si trovano qui enormi spugne e gorgonie, grandi e fantastici esemplari di murene, gran numero si aragoste. In stagione si avvistano spesso esemplari di squalo balena.

  • Pinnacles

    Profondità: 10-16 m Livello da principiante a intermedio
    Lo spot di Pinnacles si trova nel reef che circonda l’isoletta di Nyange, poso distante dai punti di partenza cittadini. È un sito con un incredibile presenza di coralli che può essere considerato il simbolo delle immersioni a Stone Town facendola diventare un punto importante a favore dei divers. Qui si trovano pilastri e archi corallini tra i 10 e i 16 mt., che sembrano essere stati costruiti per impressionare il visitatore. Ovviamente una fantastica varietà di pesci di barriera come fucilieri e pesci ago trovano dimora in queste zone. Se si é fortunati facili avvistamenti di tartarughe, pesci chitarra e molti diversi tipi di nudibranchi.

  • Murogo/Acquarium:

    Profondità: 8-24 mt. Tutti i livelli di divers.
    Il sito è situato a circa 25 minuti di barca da Stone Town nelle vicinanze dell’isola di Murogo. Il sito è caratterizzato da una barriera a parete e da montagne sottomarine che generano una corrente sottomarina costante tale da rendere l’immersione praticabile in corrente. Qui si trovano un’enorme varietà di spettacolari coralli, calanchi, pinnacoli e pesci tropicali. Occasionalmente si avvistano tartarughe. Si possono avvistare pesci balestra titano e spesso trigoni.

  • Wrecks i siti dei relitti

    • La Great Northern.
      Profondità: 4-12 mt. Sito adatto a principianti composto da una nave inglese carica di cavi d’acciaio che si inabissò la notte di Capodanno del 1902. Ora riposa nella sabbia tra ed è ormai divenuta un magnifico reef artificiale dove trovano rifugio una grande varietà di specie tra cui pesci foglia, pesci scorpione, murene e gamberetti. Il relitto, trovandosi a bassa profondità è ideale anche per snorkelers oltre che per divers principianti.
    • La Royal Navy Lighter.
      Profondità: 30 mt. Adatta solo ai divers più esperti con brevetto avanzato o per aspiranti al brevetto di Advanced Open Water. Relitto affondato di proposito che ospita grandi banchi di carango arcobaleno, snappers, triglie pinna gialla ed occasionalmente squali di barriera.
    • La Penguin.
      Profondità: 40 mt. Solo per Divers di livello avanzato con brevetto di profondità: sostanzialmente un pontile per il dragaggio della sabbia. E’ una bella immersione per il grande numero di carango giganti pinna blu, barracuda, grandi pastinache, murene.

SITI A SUD DELL’ISOLA DI ZANZIBAR

Di recente anche le zone a sud est e sud ovest di Zanzibar si stanno popolando di scuole Diving e aumentano il numero dei siti esplorati. Jambiani, Paje, Kizimkazi, Fumba offrono spot interessanti per le immersioni nei pressi di reef, barriere e montagne sottomarine. Nel canale di Zanzibar, quello che lo divide dalla Tanzania e nella vicinanza della penisola di Fumba ci sono sicuramente gli spot più interessanti della zona sud dell’isola. L’area della Menai Bay, parco marino protetto, è da sempre luogo di avvistamento di balene durante le loro migrazioni e di delfini che vivono stabilmente in zona. Inoltre squali di barriera sono qui molto presenti. Le immersioni in questa zona hanno siti adatti a tutti i livelli dai principianti agli intermedi fino a sub esperti. Di seguito i principali.

  • Kungui

    Profondità: 14-30 mt. Tutti i livelli di divers.
    Lo spot si trova a circa 40 minuti di barca da Kizimkazi. Il sito è molto interessante per la vita marina, grande e variegata, presente. La struttura del sito presenta un bel giardino di corallo che degrada dai 14 ai 20 metri. La parete sprofonda poi all’improvviso senza che si possa vederne la fine. Qui, lungo la barriera, si possono comunemente avvistare pesci scorpione. polpi e murene. Nel blu circostante, frequenti gli incontri con pesci napoleone e kingfish. Scendendo lungo la parete ci si imbatte in grandi cernie, barracuda e molto spesso anche enormi tartarughe.
    Sito è adatto sia ai principianti che possono dedicarsi ad esplorare la barriera sia ai sub più esperti che possono proseguire oltre.

  • Hammerhead

    Profondità 16-80 mt. Solo ai divers più esperti con brevetto avanzato.
    Il sito si trova al largo ed è raggiungibile con barca veloce in 1,5 ore di navigazione. Questo sito E’ una delle immersioni più impegnative di Zanzibar in quanto si tratta di una montagna sommersa che da 80 metri sale fino ai 16 metri. E’ un posto ideale per l’avvistamento delle grandi specie: cernie, kingfish, tonni pinna gialla, barracuda, squali pinna nera, squali grigi, squali tigre, squali martello. Le forti correnti discendenti e i rischi di narcosi e decompressione indicano che il sito va esplorato solo da sub molto esperti e nel periodo che va da metà Ottobre a fine Marzo.

  • Kipwajini

    Profondità 30 mt. Tutti i livelli di divers.
    Questo sito consiste in una montagna marina che comprende 3 immersioni in una. In profondità si avvistano le grandi specie di tonni e barracuda. Nella parte alta del monte invece, la cima ricoperta interamente da coralli ospita molte specie di anemoni e coloratissimi pesci tropicali.

  • Jambiani Amphitheatre

    Profondità 10-30 mt. Tutti i livelli di divers.
    Questo è un sito adatto a tutti i livelli di divers, si trova poco fuori dalla barriera corallina ed è facilmente raggiungibile. In genere è un immersione che si effettua in corrente a partire dai 10 mt. di profondità. Ci si lascia, quindi, trasportare piacevolmente lungo la parete raggiungere un grande anfiteatro. L’alta parete di corallo offre una bella vista e una grande varietà di vita marina di barriera. Visibilità fino al fondale sabbioso a circa 30 mt. Occasionalmente se fortunati, si possono incontrare tartarughe.

  • Sau Inn Garden

    Profondità 6-20 mt. Tutti i livelli di divers.
    E’ un sito situato nella laguna proprio di fronte a Jambiani ed offre bellissimi giardini di corallo abitati da una grande varietà di colorati pesci tropicali. Il sito è di solito utilizzato per una seconda immersione in giornata poiché la profondità si aggira per lo più sui di 10 metri.

  • Sau Inn Garden

    Profondità 6-20 mt. Tutti i livelli di divers.
    E’ un sito situato nella laguna proprio di fronte a Jambiani ed offre bellissimi giardini di corallo abitati da una grande varietà di colorati pesci tropicali. Il sito è di solito utilizzato per una seconda immersione in giornata poiché la profondità si aggira per lo più sui di 10 metri.

  • Big Cave

    Profondità 12-25 mt. Tutti i livelli di divers
    Questo sito è una grotta che si trova nella parte esterna della barriera corallina a circa 25 mt. di profondità. In genere si raggiunge con un immersione a corrente. Qui si possono incontrare grandi cernie, aragoste e murene oltre alla solita varietà di pesci tropicali. L’immersione termina in un vivo giardino di corallo.

ACCORGIMENTI DA SEGUIRE DURANTE E DOPO LE IMMERSIONI

  • Non dare da mangiare ai pesci

    Evitare di dare qualsiasi tipo di cibo ai pesci al fine di non intaccare l’ecosistema naturale.

  • Non toccare i pesci

    Anche se potrebbe essere piacevole interagire con loro, questa azione può essere deleteria per le stesse forme di vita.

  • Non portare via nulla

    Come in ogni luogo la natura ha i suoi ritmi e le sue consuetudini, portare via conchiglie, coralli o altro è un gesto scellerato che rovina l’ecosistema e causa o ha già causato danni notevoli ai reef e all’ambiente marino naturale.

  • Fare sempre attenzione ai coralli

    Evitare distrazioni, pinnate e sostegni o appoggi sul fondo specie se di natura corallina. In pochi secondi si rischia di rovinare e distruggere anni di vita biologica.

  • Rispettare le indicazioni degli accompagnatori

    Scendere non oltre le profondità accordate e rispettare le direttive per ogni punto di immersione. Seguire le indicazioni di risalita. Rispettare le procedure di tuffo e risalita sulla barca, rispettare le procedure di coppia e munirsi di torcia utile a certe profondità per meglio vedere gli effetti cromatici.

  • Fare attenzione alle possibili conseguenze traumatiche

    Compensare correttamente per evitare traumi all’orecchio. Se raffreddati e non si riesce a compensare meglio saltare l’immersione per evitare problemi. Ovviamente rispettare tutte le procedure di risalita la PDD. Cosi come è necessario l’uso attento e corretto della maschera andando a compensare correttamente in discesa al fine evitare il colpo di ventosa della maschera che può generare vistosi ematomi.

SIcurezza Immersioni

A Zanzibar è presente una camera iperbarica nei pressi di Matemwe. Affidarsi sempre a strutture organizzate e riconosciute. Fare gli opportuni corsi di addestramento e farsi seguire da esperti sub locali nella scelta dei siti e delle giornate migliori per le immersioni.

Potrebbe interessarti anche:

 

10 escursioni da non perdere!

vacanza zanzibar home

Le migliori escursioni da fare a Zanzibar e i nostri consigli per organizzarle al meglio.

La stagione migliore per andare a Zanzibar

mini slide periodi

Scopri qual’è il periodo migliore per una vacanza a Zanzibar: i periodi delle piogge, le temperature, i giorni di sole..

I farmaci da mettere in valigia

mini slide salute

Tutto quello che c’è da sapere per evitare dissenteria, malaria e vivere la vacanza in piena salute.

Dubbi? Chiedi e ti risponderemo!

Lascia un commento

avatar
  Iscriviti  
Notificami